ciuccio

 

Disinfettare il ciuccio è importantissimo. I bimbi spesso lo fanno cadere e poi lo rimettono in bocca. Bisogna avere quindi mille, anzi un milione di occhi per evitare che possano essere ingeriti germi e batteri pericolosi. Tra i prodotti per la casa esistono dei disinfettanti appositi per la cura quotidiana del bambino.

Dal semplice bicarbonato, sempre efficace per disinfettare alimenti e oggetti, a prodotti della linea baby più specifici. In casa non può sicuramente mancare uno sterilizzatore per disinfettare ciuccio, biberon, tettarelle, posate e tutto ciò che utilizzate nell’accudimento di vostro figlio. Per le mamme più scrupolose consigliamo anche di installare ai rubinetti i dispositivi che disinfettano l’acqua, un accorgimento utile non solo per i neonati ma per tutta la famiglia, dal momento che si sentono spesso notizie di acqua e tubature contaminate. L’igiene è un aspetto importante ma ancor più importante è non farla diventare un’ossessione. In fondo i bimbi devono sviluppare e fortificare il proprio sistema immunitario ed è impossibile evitare qualunque tipo di contatto con agenti esterni potenzialmente dannosi.

L’apparato digerente è spesso quello più colpito, ma fortunatamente esistono molti rimedi naturali o farmaci davvero blandi consigliati dai pediatri che proteggono la flora batterica dei bimbi, limitando il fastidio di germi e batteri gastrici e intestinali. Cercate di avere comunque sempre a portata di mano una vagonata di ciucci puliti, così da essere pronte qualora non sia possibile disinfettare il ciuccio.

Fonte immagine: http://cdn.morguefile.com/imageData/public/files/m/mconnors/preview/fldr_2011_02_15/file1511297827384.jpg